Archivi categoria: escursionismo

Linea 7000, il Sentiero Italia in modo sostenibile

Un viaggio sostenibile alla scoperta del più lungo sentiero al mondo, questa la storia di Linea 7000, il nuovo docufilm di Gian Luca Gasca e Giacomo Piumatti. Un film che racconta le bellezze del nostro Paese a passo e ritmo lento, per godere appieno dell’ambiente lasciando una minima traccia del nostro passaggio.

Il docufilm viene presentato giovedì 26 maggio a Torino, presso la sede del CAI UGET (Parco della Tesoriera, Corso Francia, 192) con la presenza del protagonista e del regista, Giacomo Piumatti.

Continua la lettura di Linea 7000, il Sentiero Italia in modo sostenibile

Il sentiero attrezzato “Brigata Alpina TAURINENSE” alla Punta Charrà

Come inizio un po’ di storia sul sentiero:

Nel corso degli anni Trenta del 900 nel quadro della sistemazione difensiva VIII Settore della Guardia alla Frontiera la difesa del tratto di frontiera dal Passo della Sanità sino alla Clotesse si presentava problematica.

Tali posizioni erano difficilmente raggiungibili sul versante italiano, mentre su quello francese le condizioni orografiche erano tali da permettere la risalita dell’artiglieria da montagna, in caso di conflitto occupando tali posizioni sarebbe stato facile da parte francese battere le posizioni italiane. Era perciò indispensabile attestarsi e controllare i valichi della dorsale.

Continua la lettura di Il sentiero attrezzato “Brigata Alpina TAURINENSE” alla Punta Charrà

Antonio Cabras, il pastore che diventò guida del Supramonte

In questi anni tanti sono stati i trekking proposti dal CAI UGET Torino  ed organizzati dalla nostra Valeria con la Cooperativa Goloritzè ed Antonio Cabras alla scoperta del “Selvaggio Blu”
sperando di poterci ritornare presto cogliamo l’occasione del bell’articolo di Vittorino Mason che racconta la storia di Antonio Cabras.

Cabras: “Mio padre mi ha trasmesso la conoscenza del territorio e ho toccato con mano la dura vita dei pastori di capre che oggi racconto ai gruppi di persone accompagnandoli lungo i sentieri che loro percorrevano…”
In Sardegna, ma in particolare tutto il territorio del Supramonte, tra natura e uomo si è stabilito un rapporto speciale, autentico, senza maschere, un rapporto di alleanza tra due entità dai caratteri forti, schietti, predominanti. Forse da questo trae anche origine la famosa “cocciutaggine” che caratterizza i sardi, qui, con l’accezione positiva, nel loro sentirsi indipendenti, un popolo a sé. E non potrebbe essere altrimenti per chi da sempre è stato costretto ad ottimizzare, lottare, lavorare duro e sudare per sopravvivere in una terra tanto bella, quanto selvaggia ed aspra. Continua la lettura di Antonio Cabras, il pastore che diventò guida del Supramonte

La peste suina africana, le sue conseguenze e il ruolo dell’uomo

Articolo di Lorenzo Arduini pubblicato su Lo Scarpone del 03/02/22

Una malattia che non colpisce gli esseri umani, ma che è altamente contagiosa, letale e incurabile per maiali e cinghiali selvatici, con importanti ricadute economiche per i territori interessati. Gli spostamenti di uomini e donne possono essere un forte vettore per la diffusione del contagio. Ne abbiamo parlato con Sofie Dhollander dell’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare

Continua la lettura di La peste suina africana, le sue conseguenze e il ruolo dell’uomo

C’è una Rocca … a Cavour

Una visita al Piccolo Monte tra Storia e Cultura.

In un piccolo paesino posto ai piedi di Sua Maestà il Monviso la natura aveva collocato una strana creatura. Ne collina e non ancora monte: semplicemente Rocca. Chissà come la chiamavano nei millenni andati… Da quando è sorto il paese sottostante è, però, divenuta: Rocca di Cavour.

Né un masso erratico e neppure il frutto di fantasiose leggende: semplicemente l’emergere della “vetta” di un monte dalla pianura alluvionale, forse…

Continua la lettura di C’è una Rocca … a Cavour

«È nel ricordo il più bel rifugio»

Domenica 12 settembre 2021: mentre risalgo da solo il vallone dell’Urina sono emozionato come un padre al primo figlio. Ho seguito quasi tutte le fasi precedenti alla realizzazione – l’incontro con le ragazze dell’Associazione Salvasera, promotrice della sua costruzione, il confronto con Robi Boulard, guida alpina e gestore del rifugio Jervis, sull’utilità di un bivacco nella zona dei Torrioni del Palavas, l’appuntamento con il sindaco di Bobbio Pellice, il progetto realizzato dallo studio Carrara Kim architetti, le varie serate di presentazione e raccolta fondi (in val Varaita, a Torino e a Torre Pellice, una delle quali nella nostra sede del Cai Uget Val Pellice, con tanto di modellino in legno, e perfino ad Abries dagli amici francesi in occasione del concerto dei Fiati del Boucie), i vari sopralluoghi per trovare il posto adatto, l’ultimo dei quali con i fratelli Giuseppe ed Enrico Boerio, artigiani del legno di Sampeyre al loro quarto bivacco, il 27 giugno 2021. Oggi finalmente vedrò il risultato di tutto l’impegno profuso profuso da molti a vario titolo. Mentre salgo la ripida traccia che si diparte dal Fountanoun le domande sono molte: piacerà? Sarà funzionale? Servirà? Lo useranno? Più i francesi o più gli italiani?

Continua la lettura di «È nel ricordo il più bel rifugio»

LA CAPPELLA DEL THABOR, FINALMENTE SI PARTE!

Il 17 ottobre 2021, una squadra composta da tre architetti francesi è venuta a visitare la cappella Notre-Dame dei Sette Dolori del Monte Thabor per analizzare i problemi strutturali.

È necessario ricordare che questa antica cappella è sempre stata l’oggetto di culto con un pellegrinaggio molto popolare il 16 luglio e un altro il 24 agosto, molto seguito dalla popolazione di Melezet, Les Arnauds, e Bardonecchia (ma anche dai villaggi circostanti) da almeno il XVI secolo.

Continua la lettura di LA CAPPELLA DEL THABOR, FINALMENTE SI PARTE!

Sentiero Italia CAI … buon cammino!

Venerdì 22 ottobre 2021 nella suggestiva cornice della Sala degli Stemmi del Centro Incontri al “Monte dei Cappuccini” – Museo Nazionale della Montagna, si è tenuta la presentazione del Sentiero Italia CAI un unico sentiero che collega tutte le 20 regioni italiane. Parte da Santa Teresa di Gallura, in Sardegna, e, dopo aver attraversato le isole e l’intero crinale appenninico, percorre le Alpi da ovest a est fino ad approdare a Trieste, dove si conclude. Il tutto con ben 7600 km e 510 tappe. Una vera e propria infrastruttura per lo sviluppo sostenibile delle aree montane del paese.

Continua la lettura di Sentiero Italia CAI … buon cammino!

CHARLIE chiama TANGO

Il treno arriva puntuale alle 13:41 alla stazione di Bardonecchia. Esco, mi guardo intorno. Non è cambiato nulla. Zaino in spalle mi incammino nella direzione della valle Stretta. Vallèe Etroite. Un breve tratto da percorrere e sarò in Francia. Dopo i primi passi altrettanto puntuale arriva una chiamata sul cellulare. Da casa vogliono mie notizie. “Sono riuscito a prendere il treno proprio al volo, sto bene e ci sentiamo domani al ritorno” dico per rassicurare tutti.  Conosco perfettamente il percorso che mi separa dalla stazione ferroviaria fino al rifugio che devo raggiungere per trascorrere la notte, ma non scordo di attivare la localizzazione della mia posizione sulla app che mi traccia ad ogni passo, la quale mi fornirà informazioni a posteriori su questa due giorni in montagna. Come si usa fare di questi tempi, potrei anche condividere il mio tracciato gpx in tempo reale con altri della community via social. Potrei. Continua la lettura di CHARLIE chiama TANGO

FRATERNALI e AVENZA (app) per l’escursionista

Presso la segreteria della nostra Sezione sono disponibili a prezzo scontato le mappe Fraternali Editore in versione cartacea.
Invece la versione digitale delle mappe (in scala 1/25000) è disponibile per l’acquisto solo tramite la app AVENZA, che può essere utilizzata su smartphone con sistema operativo ANDROID e IOS. Questa versione non è scontata.

Di seguito le istruzioni operative che vi invitiamo a seguire.

UTILIZZO app AVENZA E DOWNLOAD CARTE DIGITALI FRATERNALI EDITORE
Le mappe digitali vengono scaricate nella memoria del telefono, sono quindi utilizzabili in anche in modalità offline, senza copertura di rete e collegamento internet. È sufficiente il collegamento gps al fine di rilevare la posizione dell’utente sul territorio.
Sono disponibili i seguenti prodotti:
• I fogli singoli delle mappe Fraternali Editore. Le mappe digitali sono identificate con lo stesso numero e lo stesso titolo delle versioni a stampa, ed hanno estensione territoriale e prezzo analogo.
• Alcune collezioni di fogli singoli. Le collezioni permettono di acquistare simultaneamente un certo numero di fogli singoli, ad un prezzo vantaggioso Sono disponibili le seguenti collezioni: – CATALOGO COMPLETO (tutte le mappe in catalogo) – PROVINCIA DI TORINO – PROVINCIA DI CUNEO – VALLE D’AOSTA – ALPI LIGURI E FINALESE – CATALOGO NORD (Provincia di Torino + Valle d’AOSTA) – CATALOGO SUD (Provincia di Cuneo + Alpi Liguri e Finalese) – LANGHE E ROERO
• Una serie di prodotti cartografici gratuiti, realizzati da FRATERNALI EDITORE su commissione di enti pubblici e privati
Per l’utilizzo delle mappe digitali occorre installare la versione gratuita della app AVENZA, per mezzo degli store dedicati: Apple store, Google Play
La versione gratuita della app comprende le funzionalità principali utili per tutte le attività escursionistiche:
– visualizzazione della propria posizione sulla mappa, in quanto la app si collega all’antenna gps del telefono e indica la posizione dell’utente direttamente sul prodotto digitale
– tracciatura del percorso che l’utente sta effettuando
– importazione di tracce esterne
Una volta installata la app effettuare le seguenti operazioni:
– creare il proprio account personale. La creazione di un account è necessaria per la gestione della mappe a pagamento, per le quali sono disponibili 4 download (sullo stesso telefono, od anche su telefoni diversi)
– selezionare il comando “Negozio”, in basso a destra
– selezionare il campo di ricerca (simbolo Lente, in alto)
– nel campo “parola chiave” scrivere “fraternali”. Verrà quindi visualizzato l’elenco di tutti i prodotti digitali Fraternali Editore disponibili: fogli singoli, Collezioni, mappe gratuite
– selezionare il prodotto che si intende acquistare o di cui si intende effettuare il download gratuito
– effettuare il pagamento per mezzo di Carta di credito o Paypal, per le mappe a pagamento
– effettuare il download del prodotto
– il prodotto sarà quindi presente nella pagina “Le mie mappe”, ovvero la videata iniziale della app che viene visualizzata all’apertura, e potrà essere selezionato per l’utilizzo
Nella pagina “Le mie mappe” sarà presente anche un file denominato “Per Iniziare”, utile a comprendere le principali funzionalità dell’app.

Mappe digitali – Istruzioni Avenza

Vai al sito di FRATERNALI EDITORE