ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA – giovedì 21 marzo 2019

Tutti i soci sono invitati a partecipare all’Assemblea Generale Ordinaria che si terrà alle ore 20,00 di giovedì 21 marzo 2019, presso la sede sociale in corso Francia 192, Torino.

All’ordine del giorno vi sarà l’approvazione del bilancio consuntivo 2018 e l’elezione di 5 delegati e 1 revisore dei conti.

I moduli per le candidature saranno a breve disponibili in Segreteria e scaricabili dal sito

Tesseramento Cai Uget 2019

Caro socio,  dal 1° novembre è iniziato il tesseramento 2019 ed è quindi possibile acquistare il bollino per il nuovo anno.

Con l’entrata in vigore del nuovo regolamento sul trattamento dei dati personali, quest’anno tutti i soci sono tenuti a firmare la relativa liberatoria. Ricordiamo a coloro che intendono rinnovare tramite bonifico bancario che, oltre al pagamento, devono inviare alla segreteria l’apposito modulo, compilato e sottoscritto, che per comodità trovate qui (sia per soci maggiorennirinnovo 2018 – socio che per soci minorenni: rinnovo 2018 – minore).

Il modulo è comunque disponibile sul sito della Sezione (http://www.caiuget.it/cai/la-sezione/iscrizioni/) oppure può essere richiesto direttamente alla segreteria.
Ringraziamo per la collaborazione e la disponibilità e vi salutiamo cordialmente.
***
Segreteria Cai Uget Torino Corso Francia, 192 – Parco della Tesoriera 10145 Torino tel. 011.537983 fax 011.4121786
www.caiuget.it PEC: uget.torino@pec.cai.it 

322.022 Soci: mai così tanti nella storia del CAI

Continua la lettura di Tesseramento Cai Uget 2019

Cercasi Volontari per manutenzione Sede

Quest’annuncio è rivolto a Soci Cai che potrebbero mettere a disposizione qualche ora del proprio tempo.
La nostra sede, il nostro rifugio Tesoriera, ha spesso bisogno di interventi manutentivi. Per chi oltre alla passione per la montagna ha conoscenze, capacità, passione ma soprattutto un po’ di tempo da dedicare è benvenuto … anche un piccolo ma costante aiuto sarà molto importante.

I volontari, coordinati dal nostro responsabile Beppe Gavazza, potranno impegnarsi in alcune delle seguenti attività:
gestione riscaldamento;
gestione degli impianti (antintrusione, elettrico, idraulico);
gestione opere murarie (tinteggiatura e muratura);
falegnameria (mobili, infissi, serrature);
altre piccole manutenzioni.

Se ancora non hai avuto modo di conoscerci nelle nostre varie attività sociali, ti avviso che verrai accolto in un ambiente familiare ed amichevole, fatto di persone animate da un forte spirito di condivisione per la passione della montagna, convinte altresì che anche i piccoli gesti di aiuto contribuiscono a migliorare se stessi.
Se sei disponibile vieni a trovarci in Sede durante gli orari di apertura della segreteria, oppure scrivi a caiuget@caiuget.it o telefona al numero 011.537983.

Grazie, un cordialissimo saluto!
Il tuo presidente Roberto Gagna

Orario Segreteria Cai Uget Torino

avvisoimportante

Orario apertura Segreteria:
lunedì, martedì, mercoledì e venerdì 15.30-18.30
giovedì 15.30-22.30
(da novembre a marzo anche sabato 9-12)
Sottosezione di Trofarello:
c/o ANA v.le della Resistenza, 21. Tutti i giovedì 20-22,30
Domenica CHIUSO
Tesseramento:

Ricordiamo a tutti/e i soci e le socie che dal 1° novembre sarà possibile rinnovare l’iscrizione al CAI. Quest’anno avremo alcune buone ragioni in più per iscriverci alla nostra sezione: infatti, sono state stipulate alcune convenzioni valide esclusivamente per noi ugetini. Maggiori info a tal proposito le potrete avere in segreteria.
E, sempre in tema di rinnovi, ricordiamo ai possessori dell’abbonamento musei Piemonte che da quest’anno, per i soci CAI della regione, c’è lo sconto di 4,00 euro sul prezzo dell’abbonamento.

Maltempo, raccolta fondi Cai per aiutare le montagne di Nord-Est

La somma raccolta sarà destinata al ripristino della rete sentieristica e dei rifugi gravemente danneggiati dalle piogge, dal vento e dalle frane in Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige

Di seguito gli estremi della sottoscrizione:

Conto corrente “Aiutiamo le Montagne di Nord Est”
Banca Popolare di Sondrio
Iban: IT76 Y 05696 01620 000010401X43

Il Club alpino italiano si mobilita per offrire il proprio sostegno e la propria solidarietà alle aree montane delle regioni del Nord-Est colpite dall’eccezionale ondata di maltempo dei giorni scorsi. Piogge, vento, frane e smottamenti hanno provocato gravissimi danni ai sentieri, ai rifugi e all’ambiente naturale, con l’abbattimento di oltre un milione e mezzo di metri cubi di foreste.

Il Sodalizio ha aperto una raccolta fondi, denominata “Aiutiamo le Montagne di Nord Est”, i cui proventi saranno destinati al ripristino della rete sentieristica e dei rifugi in Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trentino e Alto Adige. Vista l’urgenza immediata di risorse finanziarie, il Club alpino ha stanziato una somma di 50.000 Euro, a titolo di anticipo su quanto sarà raccolto, che consenta di affrontare le priorità accertate in luogo.

“La manutenzione dei sentieri e delle strutture di accoglienza costituisce una vocazione primaria del nostro Club”, afferma il Presidente generale Vincenzo Torti. “Intendiamo, dunque, manifestare concretamente la nostra vicinanza e la nostra assistenza alle aree colpite attraverso la promozione della ripresa della frequentazione, ferma restando la sicurezza delle persone, sostenendo così le attività delle popolazioni colpite”.

La somma raccolta sarà destinata ai Gruppi regionali di Veneto e Friuli Venezia Giulia e a quelli provinciali di Trentino e Alto Adige che individueranno, d’intesa con il Comitato Direttivo Centrale, le priorità e gli interventi specifici per rendere nuovamente fruibile un’area dall’eccezionale valore naturalistico e paesaggistico ai Soci e a tutti gli appassionati di montagna.

Raccolta aperta pochi giorni fa, che ha già superato la soglia di 10.000 Euro, frutto, come ha specificato il Direttore Andreina Maggiore “di tanti piccoli versamenti da parte di singoli Soci”. A queste risorse si aggiungono i 50.000 Euro già versati dal CAI centrale. “Molti nostri Gruppi regionali hanno annunciato un contributo, a partire dagli 8000 Euro già deliberati dal CAI Emilia-Romagna”.

I nostri Rifugi e Bivacchi

La sezione si occupa di due rifugi:

Rifugio Monte Bianco in Val Veny

 

 

Rifugio Guido Rey in Val di Susa.

 

 

 

Gestisce inoltre quattro bivacchi:

Mentre per soggiornare nei rifugi gestiti ci si attiene alle tariffe di soggiorno del rifugio stesso, i bivacchi non hanno delle vere e proprie tariffe, vanno dal gratuito all’offerta libera,  una volta si era soliti lasciare la cassetta delle offerte, ma purtroppo recentemente sta accadendo che venga scassinata.  Indichiamo però un codice IBAN dove chi ha avuto modo di apprezzare questi bivacchi può mandare un’offerta:

CAI Uget Torino IT 59 P 03268 01199 052858480950
BIC CODE (SWIFT) SELBIT2BXXX

Buone gite!

Infomont – Il portale dei sentieri

A quest’indirizzo infomont.cai.it/ il CAI centrale ha inserito tutti i sentieri gestiti dalle varie sezioni, con un’iniziativa encomiabile volta al censimento e alla gestione cartografica dei sentieri.

L’iniziativa rientra tra quelle che il CAI centrale sta mettendo in atto per unificare la gestione di alcuni aspetti che al momento si ritrovano divisi e a carico delle sezioni. Mentre prima ogni sezione gestiva la cartografia dei propri sentieri, adesso la gestione/aggiornamento del percorso è messa in rete in un unico punto. Ed il risultato è molto interessante; sul portale si possono ritrovare tutti i sentieri catalogati e georeferenziati su diverse mappe.

Le proiezioni sono disponibili su google Maps, su Open Street Maps, o ancora su mappe topografiche. Consigliamo le open street maps che hanno un’origine opensource più orientata alla cartografia e ai dislivelli.

Il sito Infomont ha un ulteriore vantaggio; quando viene usato sullo smartphone, con GPS acceso, ci si ritrova con la schermata iniziale centrata esattamente nel punto in cui ci troviamo; diventa quindi un validissimo aiuto mentre ci troviamo a percorrere un sentiero CAI e vogliamo conoscere la nostra posizione.

Quindi Infomont per tutta la vita? Prima di fidarci, lo metteremo un po’ alla prova nei prossimi post…