Aggiornamento sulle attività Cai Uget Cultura 2021

Cari amici, vorremmo prima di tutto inviarvi il nostro più caloroso saluto in questo travagliato inizio di anno e anche fornirvi un breve aggiornamento. Come immaginate, anche la Commissione CAI UGET Cultura ha mantenuto la massima attenzione circa l’evolversi delle normative (DPCM) sulle cautele da adottare durante questa ulteriore fase della pandemia.

A parte le remore di base che ci dovremmo, responsabilmente, porre nell’organizzare in questo periodo visite con “gruppi” di persone in ambienti ristretti, la Fase Arancione che riguarda il Piemonte sancisce il permanere della chiusura di Mostre e Teatri: quindi impedisce esplicitamente gli eventi definiti in programma a gennaio e a febbraio. Più in generale, dobbiamo chiedervi di ritenere sospese fino a nuova comunicazione le attività esterne della Commissione. Ci dispiace molto, ma nel contempo siamo certi della vostra totale comprensione.

A livello interno, la Commissione sta invece lavorando sull’allestimento finale della Nuova Biblioteca e sulle procedure per la sua prossima riapertura e gestione.

Ci auguriamo, come tutti voi, la ripresa a breve di una migliore qualità di vita, che consenta anche la riattivazione delle nostre attività di visita esterna. A presto, speriamo! Commissione Cai UGET Cultura 

Scusa, dov’è la biblioteca?

Testo di Pier Felice Bertone. Foto di Emilio Garbellini

Sono ormai numerosi i soci che non hanno mai utilizzato i servizi della nostra biblioteca sezionale. È infatti dal 2011, data del trasloco dalla vecchia sede, che la biblioteca non è stata più in grado di funzionare.
Considerato il valore delle raccolte (narrativa, storia, collezioni di periodici, guide, carte geografiche …) e l’utilità della loro consultazione per i soci, la presidenza ha avviato fin dal 2018 un progetto di riapertura: un gruppetto di volontari si è impegnato, a vario titolo, per riattivare questo importante servizio.
Sono stati rimessi in ordine i locali (in fondo al corridoio della segreteria) con tinteggiatura pareti e pulizia pavimenti e infissi. Sono stati acquistati e messi in opera nuovi bellissimi scaffali a vetri, i volumi e le riviste riordinati e, soprattutto, catalogati.
Quando si intravedeva ormai la conclusione del lungo lavoro, all’inizio del 2020, è sopravvenuta purtroppo l’emergenza virus e soltanto negli ultimi mesi l’attività ha potuto riprendere seppure con tutte le attenzioni e le cautele del caso.

È interessante rilevare che, a lavoro concluso, il catalogo realizzato con i tradizionali criteri verrà affiancato da una nuova catalogazione che inserirà la nostra biblioteca nel gruppo intercomunicante di tutte le biblioteche CAI, sito: https://caisidoc.cai.it/biblioteche-cai/, a cominciare da quella nazionale situata a Torino al Monte dei Cappuccini.

Un regalo di Overland alla biblioteca UGET

Ricordate la bella serata dedicata nel nostro salone a Overland, lo scorso 20 settembre 2019?

In conclusione della sua presentazione Beppe Tenti ha fatto omaggio alla Biblioteca della Sezione di 4 volumi dedicati ai luoghi della sua attività di giramondo. Sono quattro importanti libri pubblicati presso “CISCRA edizioni” dedicati alle zone del mondo percorse dalle carovane di Overland:
Le grandi carovaniere d’Asia – Testi di Giancarlo Corbellini.
Sulle piste degli indiani d’America – Testi di Giancarlo Corbellini, Kiki Marmori e Beppe Festa.
L’Anello Azzurro del Mediterraneo – Testi di di Giancarlo Corbellini e Michele Dalla Palma.
L’Africa Australe – Testi di Petter Johannesen e Luisa Sorbone

Visita il sito BIBLIOTECA UGET ( in fase di completamento):  ww.caiuget.it/bib

ROCK THE MOUNTAIN!

Dal 17.09.2020 al 17.01.2021
La montagna nell’iconografia della musica pop.

Scarica la brochure:

Quanto è importante la musica nella nostra vita? Quanti ricordi sono legati alle note appena accennate di un brano o ai colori di una cover? Cosa lega il rock dei Deep Purple o il pop di Elton John con il Museo Montagna? Attraverso una selezione dalla collezione di vinili del Museo – oggetto di un progetto di acquisizione, catalogazione e digitalizzazione – Rock the Mountain! La montagna nell’iconografia della musica pop percorre l’evoluzione delle strategie di comunicazione dell’industria musicale e del gusto per la rappresentazione della montagna negli ultimi cinquant’anni.

Continua su:
https://www.museomontagna.org/events/rock-the-mountain/

Le storie di montagna, tra avventura, cura e arte

Sono le storie di montagna, tra avventura, cura e arte, il tema trainante della numero di dicembre della rivista del Club alpino italiano Montagne360. Storie di montagna che, come scrive il direttore Luca Calzolari, sono «storie di vita, di passioni, storie realizzate e di speranze. Storie di artisti, di giovani avventurosi, di ragazzi desiderosi di crescere in un mondo migliore, di persone che nutrono la legittima ambizione di non veder scomparire la vita in montagna».

Continua a leggere su : https://www.cai.it/le-storie-di-montagna-tra-avventura-cura-e-arte/

Scarica il file di Montagne360 numero di dicembre della rivista del Club alpino italiano:

SEGUI LA ROTTA DI FONDAZIONE TORINO MUSEI

In onda Fondazione Torino Musei Una piattaforma online per imparare a conoscere i segreti di Fondazione Torino Musei, attraverso i contenuti didattici curati da GAM, MAO e Palazzo Madama.

Visita la GAM – VIDEO 360°

Oggi il museo – uno dei principali a livello non solo nazionale – conta più di 50.000 opere tra dipinti, sculture, installazioni, fotografie, opere su carta e video d’artista di primaria importanza. Grazie al contributo della Fondazione De Fornaris e della Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT degli ultimi decenni, le collezioni sono in costante ampliamento.

Visita il MAO – VIDEO 360°

Un museo, un intero continente, cinque aree geografico-culturali, circa 2300 opere per 5000 anni di storia, oltre 100.000 visitatori all’anno. Nel cuore di Torino, uno scrigno di bellezza e di conoscenza dove scoprire culture lontane ma attuali, religioni e concezioni estetiche diverse, e dove vivere avventure di scoperta sempre originali e inaspettate. Un luogo, insomma, dove realizzare concretamente un sogno di intercultura e di multiculturalità, di integrazione e di rispetto reciproco. Ma anche il luogo simbolo della Torino multietnica che ci circonda, e che la accomuna a tante altre città italiane ed europee dove il dialogo tra cittadini e nuovi cittadini è tematica attuale e imprescindibile. Al MAO trovi l’arte orientale che ti sorprende.

Visita Palazzo Madama- VIDEO 360°

Come uno scrigno di storia, racchiude una Porta di età romana, un castello del Quattrocento, un palazzo barocco e il Museo Civico di Torino. Ad ogni piano, un mondo diverso. Dal giardino medievale, alle sale gotiche con dipinti, sculture e oreficerie dal Medioevo al Rinascimento. Il grandioso scalone settecentesco di Juvarra conduce agli appartamenti delle duchesse di Savoia: ricchi di affreschi, stucchi e opere d’arte barocche. Dietro i merli del castello, 100 scintillanti vetrine presentano i tesori delle arti decorative del museo.

Vita Nova al Salone del Libro

Il domani non sarà solo o luminoso o oscuro e la realtà non è un elenco di contrari. Vita Nova è l’inizio di un nuovo percorso in attesa di Vita Supernova, la XXXIII edizione del Salone nel 2021. A Vita Nova ci saranno 20 lezioni di grandi autori e autrici che saranno trasmesse da venerdì 4 a martedì 8 dicembre. Ma Vita Nova sarà anche in 34 librerie torinesi, fino al 7 gennaio 2021, sempre nel pieno rispetto delle normative di sicurezza.

GUARDA IL VIDEO

Programmi giorno per giorno:

Venerdì-4-dicembre

Sabato-5-dicembre

Domenica-6-dicembre

Lunedi-7-dicembre

Martedì-8-dicembre

Vita Nova darà vita, dal 4 dicembre al 7 gennaio 2021, a una grande e importante rete, capace di ritrovare uno spazio fisico comune a libri e lettori, sempre nel pieno rispetto delle normative di sicurezza: 34 librerie torinesi, indipendenti e di catena, accoglieranno i 180 editori partecipanti, che avranno la possibilità di promuovere oltre 700 titoli in spazi dedicati allestiti ad hoc, anche grazie a materiale di comunicazione specifico fornito dal Salone del Libro.

Festival del Classico 2020 dal 29 novembre al 4 dicembre

La Fondazione Circolo dei lettori produce e diffonde cultura tutti i giorni, creando, a partire dai libri, innumerevoli occasioni di incontro e condivisione. Il Festival del Classico è uno di questi: contenuti online gratuiti per tutte e tutti, senza limiti di età né geografici.
Un festival per andare verso il futuro con lo sguardo ben ancorato al passato.

Oltre 30 tra lezioni, dialoghi, letture e incontri riservati alle scuole, tantissimi gli ospiti, italiani e stranieri: è Festival del Classico Reloaded 3. edizione dal 29 novembre al 4 dicembre, dedicato al tema Homo sive Natura. Guerra, pace, malattia nella spirale della storia. Leggi tutti gli appuntamenti!

Continua la lettura di Festival del Classico 2020 dal 29 novembre al 4 dicembre

Nuove Connessioni Culturali

Connessioni Culturali è un progetto complementare e integrativo delle visite guidate, volto a scoprire bellezze lontane e ad approfondire ulteriori aspetti culturali. Si tratta di una serie di incontri virtuali che oltrepassano i confini spaziali, le distanze geografiche e temporali, permettendo dei tour che sarebbero difficili da realizzare o addirittura impossibili nel mondo reale, in compagnia di artisti, monumenti, siti archeologici, letteratura, storia dell’arte e bellezze naturali.
Continua su: https://www.milanoguida.com/connessioni-culturali/

Continua la lettura di Nuove Connessioni Culturali

TORINO FILM FESTIVAL 20 – 28 NOVEMBRE 2020

Il programma della 38esima edizione del Torino Film Festival composto da 133 film, tra lungometraggi, mediometraggi e cortometraggi sarà interamente online sulla piattaforma streaming di MYmovies.it.

Consulta il programma completo con le schede dettagliate di tutti i film del programma e i passaggi su MYmovies. Per rimanere aggiornato vedi anche:

Facebook Torino Film Festival

Titoli di accesso al singolo film e abbonamenti in vendita dal 16 novembre. Scarica il pdf del programma:

In anteprima online al Torino Film Festival il restauro in 4K del film culto  di Wong Kar Wai IN THE MOOD FOR LOVE, distribuito in Italia da Tucker Film e realizzato dal laboratorio L’Immagine ritrovata di Bologna e Criterion.

Il restauro del film, durato oltre 5 anni, è stato seguito in prima persona dal regista, affiancato dalla colorist Calmen Lui che già nel 2000 fece la color correction ai negativi in 35mm; in questo modo sono state ricreate perfettamente le atmosfere della versione originale, che ha fatto conoscere in occidente il nuovo cinema asiatico. L’evento esclusivo è in programma giovedì 26 novembre 2020 alle ore 20:00. Dettagli per le prenotazioni saranno comunicati durante la conferenza stampa di mercoledì 11 novembre. Scarica il comunicato stampa:

Mercoledì 25 ottobre ore 17,15
38° Torino Film Festival

In occasione del 38° Torino Film Festival l’Associazione Museo Nazionale del Cinema è lieta di conferire il Premio Maria Adriana Prolo alla carriera 2020 a Cecilia Mangini, fotografa, documentarista, critico cinematografico, giornalista e sceneggiatrice. Il Premio sarà consegnato nell’ambito di una cerimonia in streaming ospitata sul canale YouTube del TFF alle ore 17,15 di mercoledì 25 novembre. Per l’occasione Micaela Veronesi ha curato il numero 105 monografco di «Mondo Niovo 18/24 ft-s», la rivista dell’AMNC diretta da Caterina Taricano. Alla premiazione seguirà la proiezione del film documentario Due scatole dimenticate – Viaggio in Vietnam di Cecilia Mangini e Paolo Pisanelli (2020, 57′). Il film sarà visibile per 48 ore sulla piattaforma on-line MYmovies.it a partire dalle ore 14,00 di martedì 24 novembre. Dimenticate per più di cinquant’anni in un vecchio scaffale sono state ritrovate due scatole di negativi fotografici 6×6. Tra il 1965 e il 1966 Lino Del Fra e Cecilia Mangini vissero tre mesi nel Vietnam del Nord in guerra effettuando i sopralluoghi per un documentario sulla lotta di un popolo deciso a conquistare l’unità e l’indipendenza. Dalla frontiera con la Cina fino al confine meridionale occupato, formalmente filo-statunitense, Lino e Cecilia esplorarono le città, i porti, i paesi, le risaie e i fronti di guerra. Nel tentativo di piegarla, al Sud gli americani incendiarono le foreste con il napalm e al Nord iniziarono i bombardamenti a tappeto sempre più vicini alla capitale. Per l’assenza di rifugi antiaerei i due autori, per ragioni di sicurezza, furono rimpatriati insieme alle delegazioni internazionali presenti ad Hanoi. Quelle bombe interruppero la lavorazione del film. Durante i sopralluoghi Cecilia Mangini realizzò un reportage fotografico, in gran parte inedito: quella guerra, quella resistenza, quel popolo rivive attraverso foto, scritti, ricordi e vuoti di memoria.

Luci d’Artista 2020 a Torino

Dal 30 ottobre 2020 al  10 gennaio 2021

Visita il sito: http://www.contemporarytorinopiemonte.it/luci-dartista-2020/

Dal 30 ottobre al 10 gennaio 2021 torna Luci d’Artista giunto alla XXIII edizione.

Luci d’Artista è una manifestazione culturale avviata dal Comune di Torino nel 1998. In occasione delle festività natalizie, alcune piazze e vie della città sia centrali che non, si vestono di luci che vanno oltre le consuete luminarie di fine anno. La rassegna – progetto della Città di Torino realizzato da IREN Smart Solutions e Fondazione Teatro Regio Torino, con il sostegno di IREN S.p.AFondazione Compagnia di San PaoloFondazione CRT – è nata nel 1998 come esposizione di installazioni d’arte contemporanea realizzate con la luce en plein air nello spazio urbano e, dal 2018, si è arricchita di un percorso educativo-culturale che favorisce l’incontro tra il pubblico e le opere.

Ogni anno le Luci sono collocate in luoghi significativi del territorio urbano con l’obiettivo di valorizzarle e creare attesa e curiosità. La loro facile accessibilità e fruizione unita al miglioramento qualitativo che apportano al paesaggio urbano, ha reso la mostra a cielo aperto un evento culturale simbolo della città apprezzato in Italia e all’estero.

In questa edizione si potranno ammirare 26 opere (tra allestimenti temporanei e permanenti) di cui 14 nel Centro città e 12 nelle altre Circoscrizioni.

Mappa delle installazioni:

Vedi il dettaglio delle installazioni: http://www.contemporarytorinopiemonte.it/luci-dartista-2020/il-racconto-delle-luci-dartista-2020/