Archivi categoria: Proposte

Proposte vicine a Noi

40 itinerari  “A piedi nella natura piemontese”

40 itinerari descritti nel volume ‘A piedi nella natura piemontese’ sono un invito a visitare il Piemonte con occhi diversi, per scoprire o riscoprire la ricchezza di biodiversità e riflettere sulla sua importanza, anche ai fini della ‘nostra’ sopravvivenza. 

A piedi nella natura piemontese: il nuovo numero speciale di Piemonte Parchi

Continua la lettura di 40 itinerari  “A piedi nella natura piemontese”

IL SENTIERO DEL LECCIO ATTORNO ALL’ORRIDO DI CHIANOCCO

Vi proponiamo un estratto di questo articolo tratto da PIEMONTE PARCHI NEWS (sito: Piemonte parchi) con testo e foto di Furio Chiaretta.
Anche perché come Gruppo Escursionistico CAI – TAM Torino stiamo collaborando con il Parco Alpi Cozie (sito: Parchi Alpi Cozie.it), Ente che gestisce quattro Parchi e due Riserve Naturali: Riserva di Chianocco e Riserva di Foresto, alla predisposizione/manutenzione della segnaletica sul “Sentiero degli Orridi” Chianocco – Foresto che in parte è comune a questo anello.

Continua la lettura di IL SENTIERO DEL LECCIO ATTORNO ALL’ORRIDO DI CHIANOCCO

L’ANELLO DEI LAGHI DI AVIGLIANA E DELLA PALUDE DEI MARESCHI

L’autunno e l’inverno sono stagioni ideali per camminare lungo le sponde dei Laghi di Avigliana e per osservare la ricca avifauna che qui sverna. Grazie alla ferrovia della Valle di Susa, unita a un servizio di bus, si può raggiungere l’area protetta senza utilizzare l’automobile, riducendo inquinamento ed emissione di gas serra. Testo e foto di Furio Chiaretta* – Mercoledì, 24 Novembre 2021.

Continua la lettura di L’ANELLO DEI LAGHI DI AVIGLIANA E DELLA PALUDE DEI MARESCHI

SENTIERO ITALIA CAI, DISPONIBILE LA NUOVA CARTOGRAFIA DIGITALE

Webmapp ha realizzato la nuova cartografia digitale completa del Sentiero Italia CAI. Il servizio consente di scaricare le mappe in scala 1:25.000 di ogni singola tappa

Un esempio del servizio © Webmapp

Webmapp ha realizzato la nuova cartografia digitale completa del Sentiero Italia CAI. Il servizio consente di scaricare le mappe in scala 1:25.000 di ogni singola tappa del Sentiero. Attualmente sul sito www.mappadigitalesentieroitalia.it sono disponibili tutte le tappe, tranne quelle al momento non percorribili.

Come funziona

Per i soci CAI tutta la cartografia è disponibile gratuitamente. La cartografia può essere scaricata direttamente sul telefono e consultata tramite app dedicate, come “Avenza Maps” e “Paper Maps”. Allo stesso tempo, è possibile geolocalizzarsi sul percorso, anche in assenza di connessione. In alternativa le mappe possono essere scaricate anche su computer, per stamparne alcune porzioni. Per maggiori informazioni, è possibile visitare www.mappadigitalesentieroitalia.it/come-funziona/

La cartografia digitale è aggiornata sulla base di cambiamenti del tracciato del Sentiero Italia o della rete escursionistica italiana (REI). A breve le mappe del Sentiero Italia saranno rese disponibili direttamente all’interno di una nuova app – per un utilizzo sul telefono – e integrate con maggiori informazioni, quali descrizioni, fotografie, profili altimetrici. Per rimanere aggiornati sulle ultime modifiche e novità, è possibile iscriversi alla newsletter del sito.

Sul sito ufficiale del Sentiero Italia CAI possiamo trovare tutte le tappe del percorso corredate di tracce GPS e altre informazioni utili preparare un trekking. https://sentieroitalia.cai.it

Un altro sito dedicato permette di scaricare le mappe  dell’intero percorso in formato digitale che per i soci CAI sono gratuite, previa registrazionehttps://mappadigitalesentieroitalia.it

Le guide possono essere acquistate nelle librerie specializzate e sull’e-commerce (https://store.cai.it/88-le-guide-del-sentiero-italia-cai).

Tratto da LO SCARPONE del 12 agosto 2021

Meritano infine la segnalazione le “video-pillole“ realizzate da Gian Luca Gasca giornalista viaggiatore sul canale dedicato YouTube:  https://www.youtube.com/hashtag/linea7000

TERAPIA FORESTALE – 30 – 31 LUGLIO 2021 …. VOLONTARI CERCASI AL RIFUGIO LEVI !!!

Il Rifugio Levi-Molinari di Exilles è stato selezionato fra tutti i rifugi in Italia per diventare una Stazione di Terapia Forestale.
Un progetto che nasce dalla collaborazione fra il CAI e il C.N.R. ideato per sviluppare la disciplina Shinrin–yoku “bagno nella foresta” di medicina complementare nata in Giappone e basata sui benefici del bosco.
Da sempre percepiamo che una passeggiata nella natura migliora il nostro stato psico-fisico ma la ricerca scientifica ha definito come alla base di questa sensazione ci siano delle componenti chimiche e di stimolazione dei sensi ben precise e con effetti duraturi nel tempo.
In Giappone il Ministero delle Foreste promuove queste iniziative anche perché, una volta resisi conto del benessere ricevuto aumenta nell’individuo la percezione empatica nei confronti degli alberi e quindi delle loro cura.

A fine giugno è stato effettuato un sopralluogo nella lariceta della conca del Galambra – che ospita il Rifugio Levi-Molinari – dal referente scientifico del C.N.R. Francesco Meneguzzo che, dotato di un “naso elettronico”, ha misurato la concentrazione nell’atmosfera forestale dei terpeni (preziosi composti organici volatici emessi dale piante).

Superata questa prima fase si entrerà quindi nella seconda parte del progetto che prevede la partecipazione di volontari.

Per ulteriori dettagli: https://www.rifugiolevimolinari.it/senza-categoria/terapia-forestale-30-31-luglio-2021-volontari-cercasi-al-rifugio-levi.htm

PER I GIORNI DEL 30 E 31 LUGLIO CERCHIAMO ALMENO 30 VOLONTARI, ADULTI.

Corso di AVVICINAMENTO all’ESCURSIONISMO

C.A.I. CLUB ALPINO ITALIANO
Sezione UGET
Corso di AVVICINAMENTO all’ESCURSIONISMO
settembre – ottobre 2021

Sede UGET: Parco della Tesoriera – Corso Francia 192 TORINO
Tel. 011 537983 www.caiuget.it

SCOPO DEL CORSO: il CORSO DI AVVICINAMENTO
ALL’ESCURSIONISMO è destinato a chi intende conoscere le tematiche
dell’escursionismo in generale; il corso tratterà gli aspetti teorici e pratici
riguardanti l’attività escursionistica nel suo complesso

Villaggi degli alpinisti

Villaggi degli alpinisti: per un turismo montano all’insegna della sostenibilità, della natura e della conoscenza. Triora e Balme: in simbiosi con la montagna

«Nei “Villaggi degli alpinisti” la modernità entra in punta di piedi», afferma Alleris Pizzut, consigliere centrale del Club alpino italiano. Pochissime infrastrutture, ambiente quasi incontaminato e un rapporto di simbiosi e scambio continuo con la montagna. Il circuito dei “Villaggi degli alpinisti” è una rete di località montane italiane, austriache, tedesche, slovene e da quest’anno anche svizzere, caratterizzate, oltre che da scenari di interesse alpinistico, anche dalla volontà e dall’impegno delle comunità locali di perseguire uno sviluppo sostenibile in termini ambientali e sociali.

Continua la lettura di Villaggi degli alpinisti