ANNULLAMENTO USCITA SOCIALE DEL 1 MARZO

Purtroppo ci troviamo a fare a tutti voi un annuncio non molto gradito, ma necessario:

l’UGET prende atto dell’Ordinanza del Ministero della Salute e del Presidente della Regione Piemonte in merito alle  Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019 .

All’art. 2. Lettera a) si dispone la “a) Sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi, in luogo pubblico o privato, sia in luoghi chiusi che aperti al pubblico, anche di natura culturale, ludico, sportiva e religiosa”.

pertanto, essendo il GSA gruppo UGET, si attiene a quando disposto annullando l’uscita uscite in programma per domenica 1 marzo .

Prossima Sociale 01/03/2020

In attesa del COVID-19 e delle ordinanze regionali che stanno vietando di tutto e di più, sul sito/via email possiamo scrivere che:

Sociale del 1/3 confermata come da programma ovvero traversata da Chamois a Saint Jacques. Si transita attraverso il Col di Nana con discesa verso la Val d’Ayas per un canale con attacco sui 35/38°. Il canale è largo, non presenta pietre nel mezzo, e ben innevato e nel caso di caduta ci si ferma 1 metro dopo. Tuttavia bisogna possedere una giusta tecnica personale per scendere in tale contesto.

Il Col di Nana si trova a meno di 1000D+ dalla partenza per cui chi si sentisse stanco può fermarsi al colle ed attendere quelli che saliranno alla Bec di Nana o quantomeno alla spalla sci-alpinistica (si valuterà on-site domenica se e come proseguire fino in vetta, in funzione delle condizioni e delle tempistiche).

Coltelli come sempre obbligatori ed OBBLIGATORI anche i ramponi per chi intende provare la salita alla Bec di Nana.

Ritrovo al McDonald’s di C. Giulio Cesare ore 6:15, partenza ore 6:30 per cercare di evitare la ressa alla seggiovia di Chamois.

Per iscrizioni, fino a venerdì ore 14:00, Topini 348 856.4444 o livio.topini@tiscali.it (da mercoledì 26/2, astenersi perditempo).

Traversata Champorcher – Cogne

La settimana prima della gita comincia nel peggiore dei modi: vento patagonico (fino a torino) e previsioni che per domenica sono orrende.

Con il buon Mike allora si pensa a salvare il possibile e decidiamo quindi di fare una prova gita nella valle di Cervieres, che non c’entra nulla con la meta originale, ma almeno li dovrebbero esserci delle condizioni decenti.
Già la sera del mercoledì però il meteo cambia e per domenica sembra che le cose si mettano a posto…

Ottimo! Confermiamo quindi la traversata della Finestra di Champorcher con la salita al Bec Costazza, per chi vuole.
Sabato, un gruppo di 3 amici andrà anche a provare il “Costazza” ma le condizioni della neve sconsigliano di tentare questa cima in sociale.

Ma ecco finalmente la domenica. Ore 6:30 ci troviamo all’appuntamento col Bus e fatto l’appello si parte.

finalmente di parte!!!

Raccogliamo ad Ivrea 4 amici Canavesani e ci “spariamo” fino a Mont Blanc, dove la strada pulita dalla neve termina e si possono calzare gli sci.
La prima ora e mezza è piacevole perché c’è un bel sole e la temperatura è gradevole (anche troppo calda se vogliamo). Si tratta di percorrere la strada che porta a Dondenaz dove finalmente arriviamo.

Prima pausa, ricompattamento e si parte, cercando di tenerci più bassi possibile. Il vento ha fatto sfracelli, la neve è un mix di lastre durissime intervallate da farina morbida in mucchi sparsi qua e là. Si sale sempre in modo molto dolce, senza particolari strappi, d’altronde questo vallone si caratterizza per la bassa pendenza e la lunghezza infinita.
Nel frattempo il meteo è cambiato e, come da previsioni, si è creata una velatura importante sopra le nostre teste. Il commento di alcuni è che sia meglio così; prima col sole faceva davvero caldo. Speriamo solo per la visibilità…