Alpinismo

L’Alpinismo è una disciplina sportiva che si basa sul superamento delle difficoltà incontrate durante la salita di una “montagna” (Wikipedia) e noi non ci dimentichiamo che salire le montagne è forse la principale ragione della nascita del Club Alpino Italiano, nonché il motivo per cui molti si iscrivono al nostro sodalizio.
Anche l’Escursionismo consente di salire le montagne, ma per alcune di queste si incontrano delle difficoltà che richiedono conoscenza di tecniche ed uso di attrezzature e/o materiali di autoassicurazione:
picozza, ramponi, casco, imbrago, corda. . . . sono i principali attrezzi dell’alpinista in erba. Memorabile l’acquisto dei primi scarponi “ramponabili”!
Le difficoltà alpinistiche che affrontiamo sono “basse”, di grado alpinistico F (facile) o masssimo PD (poco difficile), ma da non sottovalutare perché richiedono allenamento, conoscenze  e capacità di muoversi su tutti i terreni:
– ghiacciai crepacciati,  i quattromila o poco meno come quota. Svegliarsi all’alba e legarsi vicino al rifugio per partire dietro i capicordata, assicurando come si conviene (corda tesa!). Siamo stati sulle tante cime del Monte Rosa come il Castore e le Rocce Nere, al Dome de Neige, alla Weissmies, al Cevedale, al Piz Palù … eccetera eccetera.
– creste e tratti aerei dove bisogna “mettere le mani sulla roccia” in cordata o agganciandosi ad una corda fissa predisposta dai capogita.  Il Bric Bucie ed il Granero, il Monviso, la Rocca Provenzale, la Rocca della Niera  .. (per citarne alcune).

Non mancano i momenti in cui ci si rinfresca la memoria su nodi e manovre di corda e serate didattiche dedicate ai soci!

Questo il programma delle gite alpinistiche 2020:

 

9-10 maggio Aggiornamento tecnico su ghiaccio
Fine settimana di aggiornamento per capicordata e partecipanti ad escursioni su ghiacciaio.
Capigita: Tutti

17 maggio   Gorge de la Durance 1.140m     –   Les Vigneaux, Provence-Cote d’Azur
Partenza da: Les Vigneaux, L’Argentiere-la-Bessée – Dislivello: 240m. Sviluppo ferrata 1.000m. Tempo: della ferrata 3/3,50 h. Difficoltà: TD – Attrezzatura da ferrata: casco, imbrago, set da ferrata con dissipatore, rinvio corto – Itinerario molto atletico e lungo con difficoltà D+/MD.artecipanti: min 10 max 20.
Capigita: Mauro Marino, Ivano Gauna (EEA)

20-21 giugno   Becca di Gay  3.621m – Valle Orco
Partenza da: Diga di Teleccio – Dislivello: 1.400m + 300m  – Tempo: 1°Giorno (dalla Diga di Teleccio al Rifugio Pontese 2.217m) 1:30h;  2°Giorno (dal rifugio alla vetta) 4h;  discesa 5h – Difficoltà:  A – PD. Attrezzatura da alpinismo. Partecipanti: min 15 max 20.
Capigita: Ivano Gauna (EEA), Luciano Origlia (EAI) 

27-28 giugno  Gran Serra 3.552m  –  Valle di Cogne
Partenza da: Valnontey – Dislivello: 1° giorno: 900m; 2° giorno: 1.000m – Tempo: 1° g.: 2,30h – 2° g.: 3,30 h- Difficoltà: EE/F+ – Attrezzatura: Ramponi, Piccozza, Casco, Ghette, Abbigliamento da alta montagna. Gita nel cuore del parco del Gran Paradiso questa montagna ci permetterà di vederne le bellezze. Partecipanti: min 15 max 20.
Capigita: Stefano Regis, Luciano Origlia (EAI)

4-6 luglio   Punta D’arbola 3.235m + Blinnenhorn 3.375m    –  Val Formazza (VB)
Partenza da: Riale – Dislivello: 800m + 1.100m + 700m – Tempo 2,5h + 7h + 5 h- Difficoltà: EEA / F – Attrezzatura da ghiacciaio – Alpinismo “classico” sulle maggiori cime dell’alta Val Formazza, tra laghi e ghiacciai. Salita alla P. d’Arbola e al più facile Blinnenhorn con percorso di cresta. Giro ad anello. Partecipanti: min 15 max 30.
Capigita: Guido Scarnera (AE), Sandro Sirotto (ASE) 

19 luglio    Piramide Vincent 4.215m   –   Val d’Aosta – Valle del Lys
Partenza da: Gressoney-la-Trinitè – Dislivello: 940m – Tempo: dalla funivia di Punta Indren 3,5h; discesa 2,5h  Difficoltà:  A – F – Attrezzatura da ghiacciaio – Una classica e gratificante salita alla cima di un 4000 del gruppo del Monte Rosa. Partecipanti: min 15 max 20. Capigita: Ivano Gauna (EEA), Francesco Fiore 

5-6 settembre  Argentera Cima Nord 3.286m     – Valle Gesso
Partenza da: Terme Di Valdieri (1.370m) – Dislivello: 1.000m + 1.000m – Tempo: 3h + 4h solo salita – Pernottamento al Rifugio Buzzi-Morelli – Difficoltà: A/F+ – Attrezzatura da montagna + Casco, Imbrago, Cordini e Moschettoni. Dalla cima panorama sul gruppo dell’Argentera e Alpi Marittime.  Partecipanti: min 10 max 25. 
Capigita: Roberto Novaro, Alessandro Mancuso 

12-13 settembre   Corno Bianco  3.320m – Val Vogna
Partenza da: Sant’Antonio ( Riva Valdobbia, VC) – Dislivello: 1°giorno: disl. 820m (3 h);  2°giorno: disl. 1.120m (8h complessive). Difficoltà:  F  – Attrezzatura: abbigliamento escursionistico da media montagna. Itinerario impegnativo per il quale occorre una buona forma fisica e ottimo meteo. Partecipanti: min 10 max 15.
Capigita: Sandro Sirotto (ASE), Gianni Chiamberlando

… Vi aspettiamo!

 

 

Lascia un commento