Un ugetino da ricordare: Bruno Toniolo

Bruno Toniolo nacque il 17 luglio 1909 a Nizza Marittima. Aveva pochi mesi quando la famiglia si trasferì a Torino.
Sin da bambino si manifestò in lui una particolare attitudine per il disegno, che già nelle scuole elementari gli aveva fatto vincere il 1° premio di un concorso scolastico cittadino. Ma questa sua vocazione pittorica non doveva manifestarsi che molto più tardi, prevaricata come fu dalla passione alpinistica. Aveva già quarant’anni quando dipinse il suo primo paesaggio. Per perfezionare la tecnica entrò poi nella scuola del maestro Metello Merlo e per far questo dovette staccarsi per qualche tempo dalle montagne a cui però ritornò ben presto propagandandone il fascino con le sue tele.
Continua la lettura di Un ugetino da ricordare: Bruno Toniolo

Roberto Mantovani: Un Monte Bianco senza fili

L’amico, giornalista e scrittore, Roberto Mantovani ci ha gentilmente concesso la pubblicazione di un articolo pubblicato anni fa: “Un Monte Bianco senza fili”

Un Monte Bianco senza fili. Preistoria o paradiso degli alpinisti? Oggi possiamo solo immaginarlo, ma c’è stato un tempo, neanche troppo lontano, in cui il gigante delle Alpi e il suo intorno era in grado di regalare ad alpinisti, escursionisti e viaggiatori il fascino della lontananza e delle scalate senza fine. Fin quasi alla vigilia della Grande Guerra, cime e ghiacciai che sovrastano Chamonix e Courmayeur profumavano ancora d’avventura.

Continua la lettura di Roberto Mantovani: Un Monte Bianco senza fili

Storie di scialpinismo mite di Enrico Galasso, per gli amici “Cavùr”

Chi non conosce o non ha incontrato Cavùr? quel simpaticone che ancora oggi si presente alle gite della Scuola come si vestiva negli anni ’90, ancora oggi rinnova solo la felpa, rigorosamente del Toro, quello che – quando c’è – parte sempre con il primo gruppo e arriva con … non infierisco più, in questi ultimi anni si è velocizzato, anche perché si è dotato di attrezzatura leggera…
Bene, Cavùr ha raccolto in un libricino, che allego, le relazioni che negli anni ha scritto, con passione, raffinate, divertenti, mai noiose, un maestro!
Una buona lettura in questi giorni in cui #STIAMOACASA!
Dario, Diretùr
Continua la lettura di Storie di scialpinismo mite di Enrico Galasso, per gli amici “Cavùr”

CinemAmbiente a casa tua

CinemAmbiente-Museo Nazionale del Cinema di Torino è stato nostro partner nella rassegna “In Cordata” . Oggi, in questo momento emergenziale si fa promotore con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare di una bellissima quanto attuale iniziativa con una rassegna di film documentari green in streaming.

A partire da venerdì 3 aprile, ogni tre giorni sarà proposto un nuovo titolo, visibile gratuitamente sul sito di CinemAmbiente (http://www.cinemambiente.it/acasatua/), scelto tra i lunghi e mediometraggi che hanno riscosso particolare successo nelle ultime edizioni del Festival o che hanno approfondito i temi oggi più che mai, anche per effetto della pandemia, al centro del dibattito ecologista: i cambiamenti climatici, l’antropizzazione, la tutela degli habitat di specie, l’ecosostenibilità, i nuovi, possibili modelli di sviluppo. La diffusione in streaming dei film sarà accompagnata da videomessaggi dei registi o da videointerventi di esperti, che offriranno spunto per ulteriori approfondimenti.
Continua la lettura di CinemAmbiente a casa tua

Enrico Camanni: il desiderio d’infinito

Proseguiamo con la pubblicazione di brani tratti dai libri dell’amico, giornalista e scrittore, Enrico Camanni …. E’ la volta di questo tratto da “Il desiderio di infinito. Vita di Giusto Gervasutti”, editore Laterza 2017

Primavera torinese
Nei primi mesi del 1933 i taccuini di Gervasutti registrano molto sci alpinismo, soprattutto nel Vallese. Spiccano un tentativo alla Dent Blanche naufragato in un mare di neve e l’haute route del Cervino dalla Valtournenche alla Valpelline.
Continua la lettura di Enrico Camanni: il desiderio d’infinito

EMERGENZA CORONAVIRUS

                                                 #DIAMOSPERANZA
Questa che stiamo attraversando è un’emergenza la cui gravità  è senza precedenti.
Anche la nostra sezione vuole sostenere chi in questo momento delicatissimo è in prima linea per fronteggiare questa situzione . Abbiamo scelto chi nella nostra città è sempre presente per portare un aiuto a chi è in difficoltà: la Fondazione La Stampa – Specchio dei Tempi.
Questa importante Fondazione, lanciando la sua sottoscrizione sta aiutando gli ospedali torinesi, donando macchinari, dispositivi di protezione individuale come le mascherine e forniture come termometri, disinfettanti, camici, guanti.
Il nostro piccolo contributo di euro 1.000 è solo una goccia d’acqua ma tante gocce fanno un oceano.
QUI puoi conoscere e, se vuoi, puoi partecipare anche Tu alla sottoscrizione.
                                                   #andràtuttobene
… Le montagne non scappano … le ritroveremo tutte ad aspettarci.

 

Capucin

Grazie all’importante lavoro di Alessandro Gogna con il suo bellissimo blog (www.gognablog.com) pubblichiamo, della grande produzione di scritti dell’ugetino Gian Piero Motti, quello che probabilmente è stato il primo articolo da lui pubblicato: il racconto di una salita primaverile alla parete est del Grand Capucin con l’amico ugetino Dino Rabbi.
Ci teniamo a ricordare che questa parete su salita per la prima volta nel 1951 dalla cordata di Walter Bonatti e l’ugetino Luciano Ghigo.

(pubblicato su Bollettino della GEAT n. 3-4 del 1967)

«Basta con le staffe!», brontola Dino sbucando da un ennesimo
strapiombo; da ore sotto di noi non vediamo che il bianco del ghiacciaio e la fatica comincia a farsi sentire.
Continua la lettura di Capucin

CORRERE LA MONTAGNA

Negi anni il CAI ha accolto tra le sue attività lo sci-alpinismo, l’arrampicata libera, la mountain-bike anche se sono discipline competitive. La corsa in montagna sta faticando a trovare il suo spazio nonostante alcune sezioni da anni organizzano importanti gare (vicino a noi CAI UGET Valpellice con la “Tre Rifugi”); gli appassionati di questa disciplina o attività sono sempre di più numerosi: a percorrere i sentieri delle nostre montagne oltre ai classici “Trail” o ai “Vertical” si sono aggiunti negli ultimi anni gli spettacolari “Ultra-trail” (Ultra Trail du Mont Blanc, Lavaredo Ultra Trail, Tor Des Geants …)
L’amico ugetino Carlo Degiovanni, ex atleta di ottimo livello e grande organizzatore di gare, ci ha scritto un bell’articolo trattando questo tema …

CORRERE LA MONTAGNA – SOLO SPORT O C’E’ DI PIU’?

No. Non è un errore di sintassi ma il titolo di un convegno che si tenne a Cavour a cura della locale società di Atletica nel 1988. Relatori il Dott. Paolo Lapi, per la parte medico – sanitaria, il compianto Raimondo Balicco per la parte tecnica e l’avvocato Bruno Gozzelino per la parte legale. Erano gli anni nei quali la vecchia, semisconosciuta e cara Marcia Alpina, di derivazione in parte militare, stava prendendo piede consolidando una passione che avrebbe portato decine di migliaia di sportivi a misurarsi con la disciplina. E l’Atletica Cavour, associazione sportiva lungimirante, aveva allestito il convegno per dare solidità al nascente movimento sportivo.
Continua la lettura di CORRERE LA MONTAGNA

#IOLEGGOACASA

                                      LIBRERIA CHIUSA, LIBRI APERTI
In questo momento di emergenza vogliamo ospitare la lettera degli amici e partner della Libreria La Montagna  per una comunicazione di sicuro interesse per i nostri amici, socie e soci.
                                                                      §§
Care amiche lettrici e amici lettori,
La chiusura delle librerie, come di altri esercizi al dettaglio, è stato un colpo piuttosto doloroso.
Speravamo di poter tenere in piedi l’iniziativa di COLTI – Consorzio delle Librerie Torinesi Indipendenti per attivare la consegna a domicilio nei nostri quartieri, ma ci hanno confermato che non è possibile.
Allora che si fa?
Continua la lettura di #IOLEGGOACASA