Tutti gli articoli di Elena

Assicurazioni CAI

Diamo qualche informazione sulle coperture assicurative CAI …

Attività Sociali CAI copertura assicurativa per infortuni (morte, invalidità permanente, rimborso spese di cura) e responsabilità civile, se in regola con l’iscrizione CAI. Possibilità di raddoppio dei massimali.

Attività personale (sempre tra quelle comprese nelle finalità del CAI) è possibile stipulare due polizze CAI che ci coprono per:

Responsabilità Civile verso Terzi a 10€ anno, che rimborsa, quando civilmente responsabili ai sensi di legge, a titolo di risarcimento (capitali, interessi, spese) per danni involontariamente cagionati a terzi per morte, per lesioni personali e per danneggiamento a cose, in conseguenza di un fatto verificatosi durante lo svolgimento dell’attività personale (per esempio la caduta involontaria di un sasso) – Nella garanzia sono compresi il socio unitamente alle persone comprese nel nucleo familiare, ed i figli minorenni anche se non conviventi, purché regolarmente soci per l’anno 2020. La polizza ha durata annuale, dal 1° gennaio al 31 dicembre 2020.

Infortuni comprendente tutti gli infortuni derivanti dall’attività personale propriamente detta in uno dei contesti tipici di operatività del nostro Sodalizio (alpinismo, escursionismo, speleologia, scialpinismo, etc.), senza limiti di difficoltà e di territorio, con durata annuale, dal 1° gennaio al 31 dicembre 2020.

In Segreteria tutte le informazioni su copertura, massimali e costi; sul sito https://www.caiuget.it/cai/la-sezione/iscrizioni/assicurazione/

Sbulliamoci

Al via il concorso per le classi delle scuole medie e superiori (primi due anni). Possono partecipare con elaborati letterari, multimediali o grafici. Premi in denaro per uso didattico, oltre a un trekking di due giorni in montagna. Iscrizioni entro il 15 febbraio 2020.

I dati emersi in merito al fenomeno del bullismo e del cyberbullismo, secondo l’Istat, sono piuttosto scoraggianti: oltre il 50% dei giovani tra gli 11 e i 17 anni ha subito atti offensivi (verbali o fisici) intenzionali e reiterati da parte di un compagno o dei compagni. Un dato rilevante è che oggetto di bullismo oggi sono più le ragazze dei ragazzi.

Il Club alpino italiano, per confermare la propria attenzione nei confronti del mondo giovanile con un contributo per un’efficace sensibilizzazione sul problema, ha indetto, con la collaborazione del Ministero dell’Istruzione, un concorso nazionale rivolto a tutti gli studenti delle scuole secondarie di primo grado e del biennio delle scuole secondarie di secondo grado, intitolato “Sbulliamoci, smontiamo i bulli e le bulle”.

L’iniziativa invita le singole classi a produrre un elaborato su questa traccia: “Sbulliamoci. Smontiamo i bulli e le bulle percorrendo strategie efficaci per contrastare il radicamento di atteggiamenti prevaricatori messi in pratica da chi vuole emergere con la prepotenza, ma anche dai compagni che manifestano atteggiamenti di accettazione, di condiscendenza o di plauso verso azioni aggressive e vessatorie, fisiche o telematiche”.
Gli elaborati possono essere prodotti in forma scritta (lettera, breve racconto, articolo di giornale, tema, poesia, canzone), in forma multimediale (video, testo radiofonico, presentazione interattiva) o in forma grafica (fotobook, pittura, disegno).

Per ognuna di queste sezioni saranno assegnatiun primo e un secondo premio (rispettivamente 1000 e 500 Euro, vincolati a finalità didattiche), sia alla fascia delle medie che a quella delle superiori, per un totale dunque di dodici premi in palio.

“Con questo concorso, il CAI intende stimolare gli studenti alla percezione e al riconoscimento oggettivo del bullismo, all’immedesimazione nelle emozioni di una vittima, al riconoscimento di sé quale attore, gregario o spettatore remissivo“, afferma il referente del Gruppo di lavoro CAI-Scuola Francesco Carrer. “Inoltre intendiamo favorire nei più giovani lo sviluppo di comportamenti pro-sociali di gruppo, oltre a procedure e comportamenti efficaci per gestire il fenomeno all’interno del gruppo classe”.

Il Club alpino italiano, inoltre, convinto che, come recita la Carta etica della montagna, “l’ambiente montano costituisce luogo privilegiato per la promozione, il recupero e la crescita dell’individuo e in particolare delle giovani generazioni, facilitando, l’introduzione di modelli comportamentali positivi, la socializzazione, l’assunzione e l’esercizio della responsabilità individuale”, offriràtutte le sei classi vincitrici del primo premio l’opportunità di vivere l’esperienza di una notte in rifugio (trekking di due giornate), concordando con i docenti i tempi e gli altri dettagli organizzativi.

La partecipazione al concorso è gratuita, previa iscrizione on line sul sito www.cai.it (sezione “CAI Scuola”, poi “Altri progetti per la scuola”) entro il 15 febbraio 2020. Gli elaborati dovranno essere inviati entro il 30 aprile 2020.

Leggi il bando completo

Comunicato Club alpino italiano (fonte sito CAI Torino)

Guido, Andrea, Michele … ricordiamoli

In occasione del decennale dalla tragica scomparsa dei nostri tre soci ed Istruttori della Scuola di Alpinismo ed Arrampicata “Alberto Grosso” Guido Ottone, Andrea Cane e Michele Pelassa, domenica 15 di settembre con la nostra sottosezione di Trofarello ci sarà una giornata di memoria a St. Christophe en Oisans dove nel 2010 venne posta al cimitero una targa ricordo della tragedia.
Officierà la SS Messa don Luigi Ciotti.
** Rassegna stampa **

Val Grande in verticale 2019

Un raduno di arrampicata ed escursionismo per far conoscere i tesori della Val Grande. Dopo il successo delle edizioni 2017 e 2018, per il 2019 il Gruppo Valli di Lanzo in Verticale di cui fa parte la nostra sezione, organizza due giornate caratterizzate da un fitto programma di attività: prove e corsi di arrampicata, raduno boulder, escursioni, gara di corsa e proiezione di film.
Visita il sito per scoprire di più > vallidilanzoinverticale.it Continua la lettura di Val Grande in verticale 2019

Nuova via dal Gonella per il Bianco!

Monte Bianco, un nuovo percorso attrezzato dal Rifugio Gonella lungo la Cresta delle Aiguilles Grises, evitando il pericoloso transito sul Glacier du Dôme

È chiodata e parzialmente attrezzata la Cresta delle Aiguilles Grises, un’alternativa al percorso classico della normale italiana con  partenza dal Rifugio Gonella; percorso il più sicuro per l’ascensione del Monte Bianco, anche se rimane uno tra i più lunghi come sviluppo e dislivello. Continua la lettura di Nuova via dal Gonella per il Bianco!

CAI UGET per l’AMBIENTE

Anche la nostra Sezione vuole dare il suo contributo alla recente grande attenzione sull’eccessivo uso della plastica ed al suo impatto ambientale. 

In collaborazione con FERRINO sono arrivate le borracce in alluminio personalizzate modello TRICKLE 1000 ml, che da oggi sono disponibili in segreteria in offerta per i nostri Soci a euro 6,00.

Approfittatene, le scorte sono limitate.

Valli di Lanzo in Verticale!

E’ nato Valli di Lanzo in Verticale!!
È il gruppo sorto in seno al Club Alpino Accademico Italiano, Cai Torino, Cai Venaria e Cai Uget Torino che si occuperà di gestire l’evento Val Grande in Verticale e tutto quello che in futuro si vorrà organizzare sul territorio delle tre Valli di Lanzo per quanto concerne la montagna e l’arrampicata. Ma non solo, l’intento è quello di promuovere tutto ciò che è cultura e sport di montagna. Continua la lettura di Valli di Lanzo in Verticale!