Bollicine e panettone all’UGET

BOLLICINE e PANETTONE all’UGET

20 DICEMBRE 2018
Vi aspettiamo per una bella serata, dopo un anno trascorso insieme condividendo amicizie ed esperienze per vivere e conoscere la montagna frequentandola con rispetto e consapevolezza.
Con un bel brindisi ci scambieremo gli auguri di un buon Natale ed un Felice Anno Nuovo ricco di tante belle soddisfazioni!

Giovedì 6 dicembre 2018 – ore 21 | Sede CAI-Uget – “Fiori delle Alpi Liguri e Marittime”

Il botanico Ivan Pace presenta il libro:
“Fiori delle Alpi Liguri e Marittime. Specie rare e itinerari tra Marguareis e Argentera”.

GIOVEDÌ 6 DICEMBRE 2018 – ore 21 | Sede CAI-Uget, Parco della Tesoreria di Torino – Corso Francia, 192

Un’originale guida edita dalle Aree protette Alpi Marittime che illustra le principali specie floristiche attraverso la loro presenza in 11 ambienti naturali dai boschi ai megaforbieti, dalle praterie subalpine alle pareti rocciose alpine e nivali: nel libro anche la descrizione di quattro itinerari botanici nelle valli Tanaro, Pesio e Gesso. Nella serata si parlerà anche del Progetto Alcotra JardinAlp (#JardinAlp – Giardini delle Alpi) ideato per mettere in rete gli otto più importanti giardini botanici alpini delle Alpi occidentali, di cui ben due nelle Marittime: una rete per valorizzare l’enorme importanza delle specie vegetali e degli habitat naturali delle Alpi attraverso lo sviluppo del turismo scientifico e didattico.

Locandina: Fiori delle Alpi Liguri e Marittime_Dicembre2018</a

Il Lupo parliamone

Siete Tutti invitati sabato 1 dicembre 2018 ore 9.30
Salone UGET – Parco della Tesoriera Corso Francia 192 . Torino


Ore 9.30 Saluto ed inizio lavori
Ore 9.40 Raffaele Marini, biologo, presidente della sezione CAI Vigezzo, membro del direttivo TAM PV e del gruppo CAI nazionale Grandi Carnivori:
“Ma che c’entra il CAI con i grandi carnivori?”
Ore 10.00 Luca Giunti, naturalista, guardaparco dell’Ente di Gestione Aree Protette Alpi Cozie:
“Il ritorno del lupo sulle Alpi: biologia, ricerca, immaginario”
Ore 10.45 Ivan Borroni, veterinario, membro del CDR CAI Piemonte e del gruppo CAI nazionale Grandi Carnivori: “Le ragioni e le vie del ritorno; il suo impatto sulla zootecnia montana”
Ore 11.30 Raffaele Marini: “Comportamento responsabile degli escursionisti”
Ore 11.50 Conclusioni e dibattito

Dettagli nel volantino: Il lupo parliamone

Conclusa la stagione 2018 del Gruppo escursionismo TAM di CAI Torino e CAI UGET

Articolo su “Lo Scarpone”: Conclusa la stagione 2018 del Gruppo escursionismo TAM di CAI Torino e CAI UGET

Domenica 28 ottobre 2018 una quarantina di Soci ha effettuato un breve anello tra le borgate alte di Prarostino, lungo sterrate immerse nel bosco. Quota massima raggiunta i 1008 metri del Colle delle Bule.

Domenica 28 ottobre ultima escursione a calendario. Un breve anello tra le borgate alte di Prarostino, lungo sterrate immerse nel bosco, tra castagni centenari, faggi, frassini e noccioli che sfoggiano i caldi colori autunnali. Le condizioni meteo sfavorevoli e quanto mai variabili cancellano l’entusiasmo di alcuni, ma una quarantina di coraggiosi partecipa all’escursione. In bus fino a Prarostino, tra le Valli Chisone e Pellice, con fermata a San Bartolomeo, capoluogo delle numerose frazioni. Si salgono i quindici metri del Faro della Libertà, monumento dedicato ai tanti partigiani caduti in queste valli. Dalla sommità, lo sguardo spazia su un grandioso panorama sulla vallata, oggi purtroppo velato dalle nebbie e intristito dal cielo plumbeo.

Dalla località Colletta, 860 m, parte il percorso su strada sterrata, ricoperta da un fitto strato multicolore di foglie e da tante pozzanghere e fango. Fortunatamente non piove, i meteo monitorati si rivelano veritieri, uscirà anche un timido sole. Si raggiunge la borgata Cardoni, 888 m e quindi Godini, 1000 m.  Alcune abitazioni sono in condizioni migliori, probabilmente riadattate per la stagione estiva, accanto a quelle ormai abbandonate. Si ritorna al bivio, oltrepassato in salita, per raggiungere con alcuni saliscendi il Colle delle Bule, 1008 m.

L’ultimo tratto in discesa riporta alla Colletta, con un enorme castagno che segna il limitare del bosco. Il resto è storia: un ottimo pranzo in buona compagnia per suggellare ancora una volta la condivisione con gli amici dell’amore per le montagne, in attesa della prossima stagione.

per il Gruppo TAM Torino – Daria Fava

IL BOSCO BENE COMUNE- Torino, 5-10 novembre 2018

Si parla di boschi, a Torino, in occasione del IV Congresso nazionale  di Selvicoltura organizzato dall’Accademia Italiana di Scienze Forestali con la collaborazione della Regione Piemonte.

Il Congresso

Si svolge nel Centro congressi “Torino Incontra” dal 5 al 9 novembre 2018 e rappresenta una tappa importante di confronto sulla gestione forestale e di come possa offrire opportunità di sviluppo sostenibile, mediando tra le esigenze dell’uomo e della natura. Durante le sessioni e le Tavole rotonde intervengono rappresentanti istituzionali di Ministeri, Regioni italiane e ospiti internazionali.

Programma e modalità di iscrizione: www.congressoselvicoltura.com/programma

Gli eventi collaterali

La gestione delle foreste è la strada per conciliare la protezione della natura e della biodiversità con l’esigenza di conservazione del paesaggio e del territorio, preservando l’opportunità di ricavare materie prime ed energia in modo sostenibile.

Per far comprendere l’importanza di questi temi anche ai non addetti ai lavori, si propongono iniziative informative, artistiche e culturali collaterali al Congresso, ad accesso gratuito.
Programma: www.congressoselvicoltura.com/congresso-off

Dettagli nel volantino: BOSCO_programma

Per le scuole

Un’intera giornata è dedicata agli studenti della Scuola Forestale di Ormea, istituto di istruzione superiore già coinvolto nel progetto regionale di formazione didattica “A scuola di PSR” sul Programma di Sviluppo Rurale 2014 – 2020. Giovedì 8 novembre, gli alunni partecipano alle sessione congressuale dedicata all’innovazione e al lavoro, partecipando alla Tavola rotonda condotta dai loro colleghi più grandi, studenti universitari di Scienze forestali. Per ampliare la conoscenza dei differenti aspetti legati alla natura, la giornata prosegue al Parco di Arte Vivente (PAV) di Torino, luogo di scambio artistico e culturale orientato verso tematiche ambientali.

I protagonisti

L’Accademia italiana di Scienze forestali, la Regione Piemonte, la Città di Torino e l’Università di Torino promuovono una serie di iniziative, in collaborazione con l’Ordine dei dottori agronomi e forestali e dell’Ipla (Istituto Piante da Legno).

Al Congresso partecipano i rappresentati delle Regioni e delle più importanti istituzioni accademiche e scientifiche italiane, del mondo ambientalista e naturalista, delle organizzazioni professionali e del settore produttivo e industriale. Le attività collaterali al congresso sono rivolte a tutti i cittadini che hanno voglia di scoprire il bosco, bene comune.

Domenica 4 Novembre 2018 – Escursione collinare tra Pino Torinese e S. Mauro

Il Gruppo Escursionismo TAM del CAI UGET e del CAI Sez. TORINO in collaborazione con la Associazione “La Pulchra Rada” organizza per:

Domenica 4 Novembre 2018

Escursione collinare tra Pino Torinese e S. Mauro

L’escursione verrà effettuata con qualunque numero di partecipanti. Il trasferimento alla partenza e il ritorno avverrà con mezzi propri o pubblici.

Appuntamento alla fermata n° 2879 “Pino Centro” della linea GTT 30, in Pino Torinese, alle ore 9.30. Partenze del bus da C.so S. Maurizio, quasi angolo Lungo Po Diaz, alle ore 9.00 (anticipando, si può partire alle 8.32). Per il ritorno, in zona piazza Vittorio Veneto, utilizzabile il bus GTT 61 da Piazzale Europa di S. Mauro alle ore 16 circa (passaggi con frequenza di 15/20 minuti).

Percorso: seguendo il tracciato della GTC, durante il percorso faremo una deviazione per fare conoscenza con la “Rol Verda” di Pino (si tratta di un esemplare di cerrosughera, un ibrido di cerro e di quercia da sughero). Transiteremo da Superga e proseguiremo fino a Tetti Coggiola sulla GTC: devieremo per Feissola e raggiungeremo S. Mauro in zona S. Maria di Pulcherada, dove ci attenderà la visita guidata dai volontari dell’ Associazione La Pulchra Rada.

Quota massima 670 m s.l.m.; dislivello in salita circa 150 m; dislivello in discesa circa 500 m; tempo di percorrenza h 5.30 escluso soste.

Costo: per i soci € 5.00. Non soci: € 13.87. Il costo comprende il contributo organizzativo e l’offerta ai volontari Pulcra Rada. Procurarsi i biglietti di viaggio per i bus GTT.

Direttori di gita: Borione Beppe (ASE) 0119677579 e Gavazza Beppe (ASE) 3357174202 e-mail bonet2002@libero.it

Iscrizioni: a partire da mercoledì 31 ottobre direttamente ed esclusivamente ai capogita; giovedì 1 novembre la sede sarà chiusa per festività, lasciando nome e cognome, telefono, email e Sezione CAI di appartenenza o data di nascita per i non soci. Non lasciare denaro in segreteria.

Leggere le montagne: La montagna scintillante di Walter Bonatti

Primo appuntamento autunnale di Leggere le montagne, sabato 20 ottobre alle ore 17 presso il Museo Nazionale della Montagna – Sala Stemmi

La montagna scintillante di Walter Bonatti

Parteciperanno all’incontro i giornalisti Roberto Mantovani e Angelo Ponta, Daniela Berta direttrice del Museo Nazionale della Montagna e il già direttore Aldo Audisio.

I prossimi appuntamenti:

27 ottobre –  Rifugi&bivacchi. Cantieri d’alta quota e cantieri di carta, con Luca Gibello, Roberto Dini, Stefano Girodo, Osvaldo Marengo, Enrico Giacopelli – ore 17,30

10 novembre – Massimo Mila, I due fili della mia esistenza, con i curatori Gianluigi Montresor e Valter Giuliano e con lo storico Alessandro Pastore – ore 17

Dettagli nel volantino: CST Leggere le montagne – La montagna scintillante Bonatti

Domenica 28 Ottobre 2018 – l’anello di Prarostino – Valli Chisone e Pellice (TO)

Il Gruppo Escursionismo TAM (CAI UGET e CAI SEZ. TORINO) in collaborazione con la Sottosezione GEB organizza per:

Domenica 28 ottobre 2018

l’Anello di Prarostino – Valli Chisone e Pellice (TO)

Quasi a conclusione dell’attività’ 2018, un anello tra le borgate alte di Prarostino (to), tra le Valli Chisone e Pellice (TO) . Al termine, tutti a tavola all’insegna del buon appetito e del buonumore che ha caratterizzato la stagione del Gruppo Escursionismo Tam

Partenza e arrivo: Prarostino, località Colletta, 860 m – Quota massima: Colle delle Bule, 1008 m – Dislivello: circa 250 m (comprensivo di saliscendi) – Durata complessiva circa ore 2,30 (soste escluse) – Difficoltà E – Gita in autobus

Dalla località Colletta, 860 m, tra castagni, faggi, frassini ed altre essenze, si passerà da Cardoni, 888 m e si raggiungerà Godini, 1000 m, con vista sulla vallata. Ritornati sui propri passi, si salirà al Colle delle Bule, 1008 m, all’incrocio dei sentieri per la Valle Angrogna, ridiscendendo quindi alla località Colletta.

Ritrovo ore 7,30 Parco della Tesoriera, Corso Francia 192 – Partenza ore 7,45 – Fermata Corso Stati Uniti 23 alle ore 8,00 con partenza immediata. (RICORDARSI DEL CAMBIO ORA)

Costo per i soci CAI (in regola con il tesseramento 2018) € 28,00. Per i non soci € 36,57 (comprensivo dell’assicurazione giornaliera CAI obbligatoria di € 8,57: soccorso alpino, morte, invalidità permanente). Il costo è comprensivo di autobus e pranzo.

Menu: antipasti (vitello tonnato, manzo affumicato con rucola, vol au vent con fonduta e crostino ai funghi) – risotto alle erbette – arrosto di vitello con patatine fritte – assaggio di crème caramel e panna cotta – acqua – vino (bianco e rosso) e caffè.

Attrezzatura: da escursionismo, scarponcini da trekking (no scarpe da ginnastica). Bastoncini telescopici consigliati.

Direttori di Gita: Beppe Borione (ASE) 011 9677579 – Daria Fava (ASE) 339 2393284 –

Informazioni e iscrizioni: esclusivamente telefonando ai Direttori di Gita” (no sms o mail), lasciando nome e cognome, telefono, email, fermata di partenza e sezione CAI di appartenenza o data di nascita per i non soci entro le ore 22,00 di mercoledì 24 ottobre (per ragioni organizzative) fino al raggiungimento capienza bus. Non lasciare denaro in segreteria. Nel caso un non socio partecipi per la prima volta all’attività, deve compilare e firmare la liberatoria della privacy (consenso al trattamento dei dati personali) che deve essere depositata in segreteria o inviata via fax (011/4121786) o via mail (caiuget@caiuget.it) entro il venerdì precedente l’escursione.

CAI – il portale dedicato ai Periodici

La Biblioteca Nazionale del CAI ha messo on line, all’indirizzo www.tecadigitalecai.it , il portale dedicato ai periodici, con oltre 120.000 pagine che raccontano la vita del Club alpino dal 1865 a oggi.

Questa importante notizia è stata data a Trieste, nel corso dell’Assemblea dei Delegati. «Un’iniziativa che ci pone al passo con le principali biblioteche del mondo, portata a termine proprio in questo 2018, “Anno europeo del patrimonio culturale”», ha detto Alessandra Ravelli alla sala gremita. «Con la digitalizzazione di 70.000 pagine della ‘Rivista’ e il nuovo motore di ricerca sui periodici più importanti della storia dell’Associazione, abbiamo concluso un progetto avviato nel 2010, con le 38.500 pagine del ‘Bollettino’ (1865-1967) e dello ‘Scarpone’ (1931-2005)».

Sono stati aggiunti anche i pdf della “Rivista” e dello “Scarpone” dal 2006 al 2011 e di “Montagne 360” fino al 2017. Il motore di ricerca consente di selezionare una sola testata e/o un anno, oppure di effettuare una ricerca su tutta la raccolta, con una o più parole, unite da virgolette se adiacenti, e consente di utilizzare i segni + e – come operatori boleani. Il caricamento dei pdf può essere lento, soprattutto nel caso di fascicoli spessi o molto illustrati, ma poi si può usare la funzione “trova” del browser per individuare velocemente le parole cercate. È infine possibile scaricare singole pagine o un fascicolo intero e condividerli via mail o sui social network.

Scopri di più su www.tecadigitalecai.it

Domenica 21 ottobre 2018 – Le Colline del Monferrato: Sulle Cime di Mombello

Il Gruppo Escursionismo TAM (CAI UGET e CAI SEZ. TORINO) organizza per :

Domenica 21 ottobre 2018

Le Colline del Monferrato: Sulle Cime di Mombello

Il paese di Mombello sorge sulle alture della Valcerrina, in uno degli angoli più suggestivi e meno conosciuti del basso Monferrato. L’escursione si articola su sterrate e sentieri ed è un vero tuffo nel passato, tra vigneti, colli ricoperti di splendidi boschi in cui ammireremo i colori dell’autunno, e le testimonianze di storia e di arte di cui è ricco questo territorio.

Unico ritrovo: in c.so Francia 192 Parco della Tesoriera ore 7,30 partenza ore 7,45. Rientro previsto ore 19,00

Difficoltà E. Dislivello non quantificabile (vari saliscendi). Tempo di percorrenza: 4 ore soste escluse. Attrezzatura: completa da escursionismo, consigliati i bastoncini. NO scarpe da ginnastica (probabile fango sul percorso).

Viaggio in autobus. Costo per i soci CAI (in regola con il tesseramento) € 17,00. Per i non soci € 25,57 (comprensivo dell’assicurazione giornaliera CAI obbligatoria di € 8,57: soccorso alpino, morte, invalidità permanente).

Capogita: Roberta Cucchiaro cucchiaro65@gmail.com; Vittorio Zeppa 011/3595103 ore pasti. Oppure lasciare sms su  cell. 349/3595103.

Informazioni e iscrizioni: presso la sede del CAI UGET, Tesoriera – Corso Francia 192 – dalle ore 21,00 alle ore 22,15 di giovedì 18 ottobre, o presso i Capogita per telefono o per e-mail. Nel caso un non socio partecipi per la prima volta all’attività, deve compilare e firmare la liberatoria della privacy (consenso al trattamento dei dati personali che deve essere depositata in segreteria o inviata via fax (011/4121786) o via mail (caiuget@caiuget.it).