Festeggiano il mezzo secolo

Auguri ad Aldo Munegato, che  festeggia i 50 anni di associazione come presidente del Cai Uget.

Auguri a Lorenzo Barbiè, istruttore di alpinismo alla Scuola Gervasutti e membro del Club dei 4000,  che nel 2008 ha  percorso il lunghissimo trekking “Pacific Crest Trail” che lo ha portato dopo 4288 km dalla frontiera USA/Messico alle foreste del Canada. La sua esperienza, raccontata sul blog de lastampa. Leggi tutto “Festeggiano il mezzo secolo”

Fame e Fatica: perché? W-hy?

Torres del Paine, Mirador Las Torres

La nostra vacanza fuori stagione inizia a metà novembre. Dopo una tappa tecnica a Buenos Aires e tre giorni spesi tra balene, pinguini e paciosi elefanti marini nella Penisola Valdes, ci regaliamo venti comode ore di pullman per raggiungere il Parco Nazionale Torres del Paine, in terra cilena. In questa zona tutte le bellezze naturali sono diventate parchi dagli anni ‘30. Leggi tutto “Fame e Fatica: perché? W-hy?”

Relazioni Armoniche 2 – La montanara e Soreghina

Toni Ortelli, autore di La Montanara

Dietro il più celebre canto di montagna, tradotto in trenta lingue, nome e vessillo dell’ambiente alpino, si cela una storia piemontese. Il suo compositore Toni Ortelli, all’epoca studente universitario a Torino, nel luglio del 1927 si trovò a fare una gita al Pian della Mussa. L’incanto del paesaggio, dove giochi di luci e suoni lo suggestionarono oltremodo, lo portò a creare quei versi immortali

Lassù tra le montagne,
tra boschi e valli d’or…

Leggi tutto “Relazioni Armoniche 2 – La montanara e Soreghina”

Dal Valentino al Parco della Maddalena

Un consiglio ai lettori: se non l’avete mai percorsa non snobbate come banale l’escursione che vi proponiamo in questo articolo. Le montagne sono vicine a Torino ma volete mettere i vantaggi di un’escursione a chilometri zero, che inizia nel Parco del Valentino, per la precisione dai 227 m del Ponte Isabella e raggiunge i 715 m del Faro della Vittoria posto al culmine del Parco della Maddalena?

Sentiero 16, (fonte http://www.paesaggiopocollina.it/)

Leggi tutto “Dal Valentino al Parco della Maddalena”

A modo mio

Sarà il quinto corso di Escursionismo da accompagnatore, non da docente, nonostante le serate a chiacchierare illustrando diapositive di piante o animali o cartine geografiche. Nella mia vita non ho mai fatto l’insegnante: ho reso comuni le esperienze e le conoscenze mie e di altre persone. Ne sono uscito ogni volta con qualcosa in più da comunicare la prossima volta e con domande da risolvere.

Leggi tutto “A modo mio”

La Ferrata della Ruceia

Hanno finito di costruire la ferrata di Condove. Andiamo a provarla domenica?
– Come, già fatto? Mi avevano detto che i lavori erano appena cominciati.
– Sì, ad ottobre, in tempo di record per non perdere i finanziamenti per le compensazioni dei disagi dovuti alla TAV, anche se l’inaugurazione ufficiale avverrà questa primavera.

Leggi tutto “La Ferrata della Ruceia”

Soccorso Alpino, è finita la pacchia

Seguendo l’esempio di altre regioni alpine, anche la Regione Piemonte ha deliberato che d’ora in poi non tutti gli interventi di soccorso alpino saranno gratuiti. Saranno infatti a pagamento quelli “immotivati, inappropriati o provocati da comportamento imprudente”. I rimborsi (che andranno alla Regione) saranno sulla base di un ticket fisso di 120 euro più altri 120 per ogni minuto di elicottero oppure 50 euro all’ora (salva la prima ora) per ogni squadra di terra impegnata. Il tutto però con un tetto di 1000 euro, non di più.

Leggi tutto “Soccorso Alpino, è finita la pacchia”

Giro della Bessanese

Se vi recate al Rifugio Gastaldi, ottimamente gestito dal nostro socio Roberto Chiosso da ormai ben sei anni, troverete, tra le tante proposte di giri in zona quella relativa al Tour della Bessanese e della Croce Rossa. Lo stesso dépliant è anche disponibile presso diversi negozi in valle (di Ala, stiamo parlando delle Valli di Lanzo) nonché nei centri cosiddetti specializzati che vendono attrezzatura da montagna.
Una seria compagnia, da sinistra Tommaso, Claudio e Marco.

Leggi tutto “Giro della Bessanese”

Un entusiasmante cammino nel mondo della conoscenza

I 33 ugetini con Paride, il primo a destra, durante una delle sue spiegazioni

Un bel gruppone di 33 persone del Cai-Uget di Torino, con la partecipazione di svariati soci di altre sezioni del Piemonte (Cai Torino e Candiolo) nonché di Lombardia e Toscana (Bergamo e Grosseto), hanno fatto un trekking intitolato Etna e dintorni, guidato magistralmente da Paride, guida di Catania, e Rosa, di Messina, per un’intera settimana di settembre 2015. Leggi tutto “Un entusiasmante cammino nel mondo della conoscenza”

Brutto, un racconto di treno

Forse non era il treno del Bernina ma.. (http://it.interrail.eu/)

Qualche giorno fa avevo deciso, come al solito all’ultimo momento, di accettare l’invito di una coppia di amici a passare una giornata nella loro casa in montagna: il tempo di una telefonata di conferma e poi – lo zaino è sempre pronto – una corsa in auto verso la stazione di Collegno, la mia porta verso la Valle di Susa. Quando entro nell’atrio della stazione con i soldi pronti in mano, vedo che la macchina erogatrice dei biglietti è già impegnata in duello con una ragazza che vorrebbe usare il bancomat – e sento contemporaneamente il mio treno arrivare sul binario 2. Non ho alternative a salire comunque e subito in vettura. Leggi tutto “Brutto, un racconto di treno”

Una notte troppo bella per morire

Isabel, appassionata alpinista, vive un’avventura terribile: precipita per 400 metri scalando l’Ala Izquierda, 5500 metri, nel Condoriri, Cordillera Real, Bolivia.
Si salva, ma così non è per il suo compagno di cordata Peter che muore per le ferite subite. Isabel striscia su terreni impervi per due giorni, per avvicinarsi ai soccorsi, viene salvata, passerà attraverso un’odissea di operazioni, ben 14, e di ospedali, ed attraverso una serie di ricordi ricostruttivi della sua personalità e dei suoi sogni. Con una determinazione potente ed una passione indomita riuscirà a tornare a scalare. Leggi tutto “Una notte troppo bella per morire”