Altri tempi: 50 anni fa, un 6000 in “sociale”

Come eravamo – Altri tempi: 50 anni fa, un 6000 in “sociale”

Testo di Marziano Di Maio. Foto Archivio Di Maio

Mezzo secolo fa si è vissuta la felice ma breve stagione delle spedizioni sociali ugetine (un tempo le salite su montagne extraeuropee erano “spedizioni”). Concepite dalla mente avventurosa e precorritrice di Beppe Tenti e con il supporto dell’allora presidente Lino Andreotti e di Alberto Risso, sono iniziate nel 1967 con il Kilimangiaro e continuate negli anni seguenti con i tre alti vulcani del Messico, con il Deo Tibba, in Himalaya, l’Illimani (Ande), il campo base del Lirung (Nepal) e l’Hindukush afgano.
Erano altri tempi, per esempio oggi non sarebbe più possibile a un gruppo di 49 persone pernottare a Nairobi in tenda in un giardino pubblico del centro, né sarebbe facile portarne 24 su 24 (e quasi tutti più escursionisti che alpinisti) in cima a un 6000 himalaiano. Leggi tutto “Altri tempi: 50 anni fa, un 6000 in “sociale””

In cima, insieme! Quattro chiacchiere con la coppia che ha scalato tutti gli ottomila insieme

Testo di Giovanna Bonfante

Alla fine del mese di marzo Nives Meroi e Romano Benet, la coppia “più alta del mondo”, sono partiti dalla loro Fusine alla volta del Piemonte per raccontare in una serata dal titolo simbolico “In cima, insieme” la loro ultima avventura: la salita dell’Annapurna, l’ultima cima che mancava alla loro collezione di ottomila. Leggi tutto “In cima, insieme! Quattro chiacchiere con la coppia che ha scalato tutti gli ottomila insieme”

Guido Rossa, operaio, sindacalista, alpinista

Il Cai Uget e il Cai Torino nel ricordo di Guido Rossa
Guido Rossa, operaio, sindacalista, alpinista
di Gianluigi Montresor e Roberto Gagna

Quarant’anni fa le Brigate Rosse assassinavano Guido Rossa. Il ricordo in una commovente rievocazione nella sede del CAI Uget a Torino il 19 gennaio 2019.
Grande commozione tra i numerosissimi presenti al ricordo di Guido Rossa, nel quarantennale della sua uccisione da parte delle Brigate Rosse il 24 gennaio 1979 a Genova. Leggi tutto “Guido Rossa, operaio, sindacalista, alpinista”

Un importante evento per la nostra sezione

La preparazione della giornata, per il ricordo di Guido Rossa,  ha richiesto non solo un gran lavoro organizzativo, ma anche di tinteggiatura del salone e della saletta al pianterreno, per rendere la sede più bella e accogliente. Ringraziamo i volontari che, coordinati da Emilio, hanno “sacrificato” le vacanze natalizie. Leggi tutto “Un importante evento per la nostra sezione”

Ci ha lasciati Agostino Gazzera

Ci ha lasciati Agostino Gazzera
Un ultimo abbraccio, Güstìn!
Testo di Roberto Mantovani – Foto archivio Emilio Garbellini

Lo scorso 11 gennaio è mancato, all’età di 91anni, il nostro socio Agostino Gazzera. Era nato a Bra nel 1927 ed era associato all’UGET dal 1951. Pubblichiamo qui di seguito, per gentile concessione dell’autore,il testo del saluto che Roberto Mantovani gli ha indirizzato in occasione del funerale, il 15 gennaio, nell’affollatissima chiesa parrocchiale di Carmagnola.

Leggi tutto “Ci ha lasciati Agostino Gazzera”

Un socio d’eccezione: Beppe Tenti

Dalla periferia di Torino all’orizzonte cinese In Siberia

“Si, viaggiare…” diceva una canzone di Lucio Battisti. è una frase che riassume bene e brevemente un personaggio entrato ormai nell’immaginario collettivo: e non per i successi discografici, non per delle canzoni da schitarrare intorno al falò estivo. Un indizio: viaggia spesso con furgoni arancioni… ormai l’avrete capito, si tratta di Beppe Tenti, Leggi tutto “Un socio d’eccezione: Beppe Tenti”

Rossa, Motti e gli altri…

La montagna e il tramonto dell’utopia – Testo di Enrico Camanni

Quando gli alpinisti – come tutti – escono faticosamente dalla notte della Seconda guerra mondiale, sembra che i luminosi giorni del sesto grado siano stati definitivamente spazzati dal crollo del fascismo, che ne aveva fatto un cavallo di battaglia simbolico e un motivo di propaganda nazionalista. Anche a Torino, Leggi tutto “Rossa, Motti e gli altri…”

Bertone. La montagna come rifugio

Alpinista e guida alpina negli anni Sessanta e Settanta, dotato di capacità tecniche straordinarie, Giorgio Bertone è morto nel 1977 in un incidente aereo sotto la cima del Mont Blanc du Tacul. Il racconto della sua breve ma intensa vita, portata oltre ogni limite, è lo spunto per compiere un coinvolgente viaggio alla riscoperta delle genti, dei sentieri, dei luoghi e delle storie che definiscono la cultura montanara e ci svelano la dimensione della montagna come rifugio, essenza del rapporto tra uomo e natura. Leggi tutto “Bertone. La montagna come rifugio”