6 maggio 2012
Monte Bodoira

Avete presente la pubblicità dell’Amaro Montenegro?

Sì quella in cui un manipolo di disperati deve compiere azioni abbastanza prive di senso… il cui spot recita “ sembrava impossibile riuscire a…”

Beh, scegliere una gita in un bel posto, con neve sufficiente, in un contesto meteo come quello attuale… ricalcava un po’ la pubblicità del Montenegro!!!!

Ma oggi, a giochi fatti, a parte ritirare il cachet per la pubblicità fatta al noto amaro, possiamo ben dire “ce l’abbiamo fatta!”

Di sicuro la gita non è stata “eroica” (come del resto precisato nel lancio pubblicitario) ma siamo arrivati tutti in punta, abbiamo goduto di una neve discretamente sciabile, la visibilità è stata da buona a ottima.

Il dislivello complessivo non arriva a 900 metri mentre il computo delle calorie assorbite a fine gita oscilla da un minimo di 1500 ad un massimo non citabile per rispetto verso gli anoressici.

Considero un successo avere coinvolto oltre 30 persone in questa sgambata sebbene sei non si siano poi uniti al momento topico (avvisando) in parte compensati da due inattesi skialp dell’ultimo minuto.

Tutto ciò in un mese che vedeva (gli anni scorsi) una partecipazione alquanto esigua di praticanti, solitamente già dediti a spolverare ombrellone e sdraio con le assi ed i bastoncini già appesi al chiodo.

Da acuto osservatore ho notato un apprezzabile incremento delle torte auto-prodotte anche se è doveroso evidenziare una certa latitanza verso quelle salate.

Mi piace pensare che, con la prossima stagione il GSA possa colmare questa carenza.

Osservazioni gastronomiche a parte spero che l’alto vallone del Preit abbia incontrato l’apprezzamento di tutti.

Un sentitissimo ringraziamento a chi ha condiviso con me l’onere della scelta nonché la disponibilità al sopralluogo che ci ha convinti alla conferma definitiva.
E non meno a chi, con spirito di disponibilità, contenendo la sua comprensibilmente irrefrenabile vitalità adolescenziale, ha chiuso in coda la salita del Gruppo limitando la propria permanenza ai 2748 metri della vetta, peraltro non baciata dal generoso sole di giovedì 3 maggio.

Ad maiora.

mc


Anche oggi queste ed altre foto di possono trovare e scaricare negli album di Marco e di Walter.